Firenze, le società sportive potranno insediarsi non solo in immobili con destinazione commerciale

Articolo preso da 055 Firenze (LINK)

Le società sportive dilettantistiche di Firenze potranno insediarsi non solo in immobili con destinazione commerciale, ma anche in altri immobili senza bisogno di richiedere un cambio di destinazione d’uso. È la svolta che sarà contenuta nel nuovo Piano operativo annunciata in Consiglio comunale dall’assessore all’Urbanistica Cecilia Del Re in risposta al question time del presidente della Commissione sport Fabio Giorgetti. 

“In base al regolamento urbanistico vigente, ad oggi le società sportive dilettantistiche possono insediarsi solo in immobili che hanno una destinazione d’uso commerciale – ha spiegato l’assessore Del Re – Nel nuovo Piano operativo questo tema viene affrontato diversamente e queste realtà potranno insediarsi anche in immobili con altra destinazione d’uso, senza dover operare un cambio d’uso. Ciò semplificherà la vita a queste realtà che rappresentano centri di prossimità importanti per le funzioni che svolgono: sport, aggregazione sociale, salute. In questo modo potranno infatti contare su un numero più ampio di immobili nei quali potersi insediare, evitare gli oneri per il cambio di uso e fugare le resistenze dei proprietari che non vogliono perdere la destinazione originaria”. 

“Una norma che va nella direzione della semplificazione e dell’uniformità con altri comuni della città metropolitana che già avevano optato per tale direzione, evitando anche un ‘dumping’ delle società sportive dove vigono regole più semplici. La nuova norma si basa sull’articolo 71 del Codice del Terzo settore del 2017, intervenuto quindi successivamente al Regolamento urbanistico del 2015, che mira a rendere più semplice la vita a questi enti e importanti realtà, a cui chiederemo l’iscrizione all’elenco delle associazioni con finalità di promozione sociale – ha concluso Del Re – Per disegnare una città policentrica e prossima al cittadino, occorre anche dare a funzioni importanti che mettono al centro la salute, lo sport per tutti e l’aggregazione sociale la possibilità di trovare più facilmente casa in vari spazi e immobili presenti sul territorio. Lo sport è salute, aggregazione sociale, presidio del territorio, e le associazioni sportive dilettantistiche sono vere e proprie seconde case per una larga parte della nostra popolazione”.

“È un’ottima occasione – ha aggiunto il presidente Giorgetti – per tutte le società sportive iscritte nel registro del terzo settore. Un importante passo in avanti per ridurre le difficoltà per le società sportive che cercano una propria casa”. 

Rispondi

Inserisci i tuoi dati qui sotto o clicca su un'icona per effettuare l'accesso:

Logo di WordPress.com

Stai commentando usando il tuo account WordPress.com. Chiudi sessione /  Modifica )

Foto Twitter

Stai commentando usando il tuo account Twitter. Chiudi sessione /  Modifica )

Foto di Facebook

Stai commentando usando il tuo account Facebook. Chiudi sessione /  Modifica )

Connessione a %s...